venerdì 15 dicembre 2017

SICILIA; POLITICA: D’AGOSTINO (SICILIA FUTURA), ESERCITATO DIRITTO A PARTECIPARE AL VOTO PER IL PRESIDENTE ARS, RISPETTABILE SCELTA DI CHI NON C’ERA MA PER DECISIONI COMUNI E’ UTILE PARLARSI


PALERMO – Abbiamo esercitato, of course, il ruolo politico che ci spetta come parlamentari entrando in Aula per eleggere un organo fondamentale del parlamento siciliano. Il presidente ha una funzione istituzionale e super partes. Basta questo per dire che partecipare alla votazione è un dovere. Le decisioni assunte dagli altri partiti sono rispettabili. Però quando si deve assumere, insieme, una linea, è opportuno che ci si parli”.
Lo afferma Nicola D’Agostino, deputato e segretario regionale di Sicilia Futura.

mercoledì 6 dicembre 2017

SICILIA FUTURA – SOLIDARIETA’ A NICOLA LI CAUSI



TRAPANI- Il Direttivo Regionale di Sicilia Futura nella persona del suo Segretario Organizzativo Giacomo Scala unitamente al Direttivo Provinciale di Trapani esprime la più ampia solidarietà nei confronti di Nicola Li Causi oggetto di una grave intimidazione con l'auspicio che gli autori del vile gesto vengano presto individuati ed assicurati alla giustizia, grazie al lavoro delle forze dell’ordine e della magistratura.
Castelvetrano così come tutta la provincia di Trapani ha bisogno di normalità e questi gesti devono scuotere le coscienze e risvegliare l’orgoglio delle persone per bene che si ribellano.

Trapani, 06 dicembre 2017

Il Segretario Organizzativo Regionale
Giacomo Scala


La Segreteria Provinciale di Sicilia Futura

mercoledì 29 novembre 2017

SICILIA; SICILIA FUTURA: TAMAJO CORRETTO ED ONESTO, SE QUALCUNO HA NOTIZIE SU FATTI COMPROVANTI COMPRAVENDITA VOTI INFORMI GLI INQUIRENTI MA È FALSA LA NOTIZIA CHE UN NOTO IMPRENDITORE PALERMITANO ABBIA CHIESTO DI CANDIDARSI CON SICILIA FUTURA AL SENATO


PALERMO – “La notizia secondo la quale un noto imprenditore palermitano avrebbe chiesto di candidarsi al Senato nelle liste di Sicilia Futura è assolutamente falsa, strumentale e destituita da ogni e qualsiasi fondamento. È arcinoto, infatti, che il movimento non ha mai coltivata l'ambizione presentarsi alle elezioni politiche essendo per sua natura e definizione impegnato nelle Istituzioni regionali e locali e non potendo, oltretutto, immaginare di superare gli sbarramenti imposti dalle elegge elettorale nazionale.

Se qualcuno dovesse avere notizie sugli autori di fatti esecrabili comprovanti la compravendita di voti, oggi, attribuita all'on Tamajo, di cui conosciamo correttezza e onestà, oltre che fare dichiarazioni giornalistiche, facilmente soggette a manipolazioni, si preoccupi di informare scrupolosamente gli inquirenti, nella cui imparzialità e correttezza noi fermamente crediamo. Sarà più facile così per i magistrati arrivare ad una veloce conclusione delle indagini e far luce su una inquietante vicenda che noi per primi abbiamo tutto l'interesse a che venga chiarita. Per la parte che ci riguarda ritenendoci parte offerta abbiamo dato mandato ad un nostro avvocato di seguire attentamente il corso degli eventi e compiere tutti quegli atti necessari a preservare l'immagine del movimento e dei suoi militanti". Lo si legge in una nota di Sicilia Futura.

sabato 16 settembre 2017

SICILIA FUTURA SI RAFFORZA A TRAPANI ED ERICE


TRAPANI- Nel corso della conferenza stampa svoltasi a Trapani presso un noto albergo trapanese è stato costituito il Comitato di Sicilia Futura per i comuni di Trapani ed Erice alla presenza del coordinatore regionale e candidato all'ARS, Giacomo Scala. La costituzione del comitato sorge dall'esigenza di poter rappresentare al meglio le istanze del territorio, affidando in maniera organizzata e stabile tali propositi ad un gruppo di cittadini provenienti dalle varie realtà sociali. Il comitato è composto da Vincenzo Scontrino, Luisa Rancatore, Daniela Del Giudice, Ninetta Tartamella, Giovanni Ciaravino, Aldo Bassi, Norberto Mazzeo, Fabio Sammartano, Peppe Licata, Francesco Lombardo e Giuseppe Maurici. 
Nell'incontro sono stati illustrati i punti programmatci del candidato alla presidenza della Regione il Rettore Fabrizio Micari che vertono sopratutto sulla valorizzazione del territorio anche attraverso la sua tutela che, insieme agli altri punti programmatici qualelavoro, innovazione, imprese, cultura e centralità delle autonomie locali, rappresentano alcune delle parole chiavi del programma di governo. Un particolare ringraziamento è stato dato alla dirigenza provinciale e locale di Trapani, per il loro impegno e per quello che faranno in futuro a partire dal Presidente Livio Daidone e Giovanni Cuttone che insieme a Giacomo Scala e altri amici come Nicola Licausi e Salvatore Stuppia hanno fondato Sicilia Futura a Trapani. Infine un augurio di buon lavoro è stato rivolto a Silvio Ceccaroni appena nominato nella Direzione Regionale del movimento.
Per quanto sopra Sicilia Futura si presenta con un’organizzazione di movimento attrezzata e autorevole per le imminenti sfide elettorali che fanno sintesi sulla candidatura di Giacomo Scala. Sicilia Futura così è pronta, per essere protagonista e per dare un fattivo contributo a un reale sviluppo del nostro territorio. 
Trapani, 16 settembre 2017

Il Segretario Organizzativo Regionale
Giacomo Scala

Il Segretario Provinciale
Giovanni Cuttone

mercoledì 6 settembre 2017

SICILIA: SICCITÀ: CASCIO E SCALA (SICILIA FUTURA), GOVERNO REGIONALE DICHIARI STATO DI CALAMITÀ PER L’AGRICOLTURA SICILIANA E INDIVIDUI MISURE DI SOSTEGNO PER LE AZIENDE AGRICOLE E VITIVINICOLE

Giacomo Scala
PALERMO – In Sicilia non ci sono precipitazioni da diversi mesi e, come se non bastasse, gli eccessi termici delle ultime settimane, con picchi di molto superiore ai quaranta gradi, hanno provocato ingenti danni agli allevamenti ed alle coltivazioni in genere. Per gli agricoltori siciliani è sempre più difficile ricorrere all'irrigazione di soccorso per salvare le produzioni, dagli ortaggi alla frutta, ma anche i vigneti e gli uliveti. Ciò è dovuto al fatto che sono triplicati i costi e addirittura in diverse zone agricole irrigue l’acqua non arriva a causa di una rete colabrodo.
ON. Totò Cascio
Diverse regioni hanno presentato o stanno per presentare la richiesta di stato di calamità naturale al Ministero delle Politiche Agricole. La misura, come ha spiegato il ministro Maurizio Martina, prevede per le aziende la sospensione delle rate dei mutui, il blocco dei contributi e l'accesso al Fondo di solidarietà nazionale. Sicilia Futura chiede al governo regionale la dichiarazione dello stato di calamità e l’immediata delimitazione delle aree danneggiate dalla persistente siccità e dall'eccezionalità degli eccessi termici delle ultime settimane che stanno provocando effetti devastanti  sulle produzioni agricole. Per ridurre la pressione delle prossime scadenze delle cambiali agrarie, previdenziali e fiscali, e per indennizzare i viticoltori dai danni subiti, bisogna immediatamente procedere alla dichiarazione dello stato di calamità anche per il comparto viticolo.

Inoltre occorre chiedere al governo nazionale di reperire risorse finanziarie sufficienti, quantificabili in non meno di 100 milioni di euro, per ristorare le imprese agricole siciliane ed evitarne il sicuro fallimento, nonché sbloccare immediatamente tutti i pagamenti delle misure agro-ambientali, già maturati dalle aziende agricole siciliane,  che ammontano a circa 200 milioni di euro e che, per ragioni meramente burocratiche, non vengono erogati da alcuni anni. 
Lo affermano il deputato regionale di Sicilia Futura, Totò Cascio, e il segretario regionale organizzativo Giacomo Scala.

AGRIGENTO; UNIVERSITA’: CIMINO (SICILIA FUTURA), CON MICARI PRESIDENTE RILANCEREMO ANCHE POLO UNIVERSITARIO DI AGRIGENTO


PALERMO – “Il Polo universitario di Agrigento va potenziato. Ho avuto un confronto ieri con il rettore di Palermo Fabrizio Micari, che è anche candidato alla presidenza della regione, il quale mi ha manifestato l’intenzione di rilanciare questo importante presidio accademico. Sono certo che sia dall’Università di Palermo che dal prossimo governo regionale arriveranno atti consequenziali per far aumentare i corsi nel polo agrigentino ed incentivare le iscrizioni.
Del resto il nuovo quadro normativo regionale dà anche nuovi parametri per assegnare con certezza le risorse utili al rilancio dell’ateneo agrigentino”. Lo afferma Michele Cimino, portavoce e deputato regionale di Sicilia Futura.

giovedì 31 agosto 2017

ALCAMO IL DESERTO - FALLIMENTO 5 STELLE


Ciò che sta accadendo ad Alcamo è di una gravità mai vista prima.
Da mesi la città viene lasciata senz'acqua con turni e razionamento del servizio idrico ai limiti dei paesi del terzo mondo. il problema c'era anche prima ma veniva gestito senza sofferenze per i cittadini.
La sporcizia, i cumuli di spazzatura, e le discariche abusive soprattutto alle periferie della città stanno diventando una quotidiana routine a cui i cittadini si stanno rassegnando inerti e inermi.
Per ultimo altri fatti gravi hanno definitivamente chiuso i crediti di fiducia degli alcamesi verso le roboanti promesse elettorali del movimento 5 stelle.
Non sono riusciti a fare la gara (andata deserta) per il bus navetta da Alcamo ad Alcamo Marina.
Non sono riusciti a fare la gara (andata deserta) in relazione al campo di accoglienza per gli immigrati (fiore all'occhiello in passato dell’Alcamo civile e solidale) che vengono a lavorare le nostre terre in questo periodo dell’anno.
Non sono riusciti a fare la gara (andata deserta) per la gestione del Rifugio Sanitario.
E in ultimo è andata deserta la gara per la gestione dei Rifiuti fallendo miseramente su ciò che sbandieravano ai quattro venti, social compresi di un risparmio di € 1.400.000.
Ora è ovvio che dovranno correre ai ripari inventando soluzioni da applicare alla scadenza della proroga.
Chi semina vento raccoglie tempesta.
Sono finiti i tempi del #metteteciallaprova, la città lo ha fatto e hanno fallito.
Noi andiamo #avanti con la consapevolezza che Alcamo non merita questo.
Abbiamo bisogno di uno scatto di orgoglio che riconosca a chi ha le capacità amministrative e politiche di rappresentarci al meglio in tutte le sedi.

La Segreteria Politica di Sicilia Futura Alcamo

#SICILIA: #REGIONALI: D'AGOSTINO #SICILIAFUTURA LE LISTE DEL CENTRO SINISTRA AL 40%, ECCO COME MICARI VINCERÀ






SICILIA; ELEZIONI: SICILIA FUTURA, CANDIDATURA MICARI DI ALTO LIVELLO, PRESENTEREMO LISTE FORTI IN TUTTE LE PROVINCE


PALERMO – “Si è tenuta oggi nella sede regionale di Sicilia Futura la riunione del gruppo parlamentare allargata alle segreterie provinciali. I temi trattati hanno riguardato le imminenti elezioni regionali, in particolare la composizione delle liste di Sicilia Futura che saranno forti e competitive in tutte le province. Altro tema, il rapporto con gli alleati che sosterranno a Presidente della Regione il rettore dell'Università Fabrizio Micari, persona di alto livello che ha accettato di rappresentare l'intera coalizione in una competizione elettorale difficile e delicata, dove la discontinuità all'attuale esperienza di governo Crocetta sarà per l'appunto garantita da un candidato espressione della migliore società civile.

Sicilia Futura non entra invece nelle polemiche stucchevoli e strumentali alimentate dall'attuale Presidente della Regione per le evidenti difficoltà che lo interessano in questo suo finale di legislatura". 
Lo si legge in una nota della segreteria regionale di Sicilia Futura.

sabato 26 agosto 2017

SICILIA; REGIONALI: CIMINO (SICILIA FUTURA), MICARI CANDIDATO DI QUALITÀ CHE ABBIAMO CONDIVISO CON RENZI E FARAONE, SOSTENIAMO PROPOSTA FATTA DA ORLANDO


PALERMO - "Sicilia Futura che da qualche anno coltivava l'idea di
potere esprimere per la presidenza della regione la candidatura
politica di Davide Faraone ha condiviso con Renzi e con lo stesso Faraone la necessità di aderire alla proposta di Leoluca Orlando che individua nel rettore dell'Università di Palermo Fabrizio Micari il candidato laico più idoneo per le sue qualità a marcare una netta discontinuità con il passato. Inoltre a Micari Sicilia Futura riconosce competenza, capacità progettuale ed operativa e grande spirito di servizio, indispensabili per intraprendere un'opera di profonda bonifica anche delle strutture burocratiche regionali sì da potere realizzare le migliori condizioni per lo sviluppo di tutte quelle attività produttive pubbliche e private atte a rilanciare l'economia isolana ed a creare nuovi spazi per l'occupazione, in special modo giovanile. Conosco Micari da tanto tempo e sono certo che con lui partira' la rivincita siciliana".
Lo afferma Michele Cimino,
portavoce di Sicilia Futura e deputato all'Assemblea regionale
siciliana.

venerdì 25 agosto 2017

SICILIA; ALLEVAMENTI: TAMAJO E CIMINO (SICILIA FUTURA), ASSESSORE CRACOLICI SBAGLIA E VIOLA LEGGE NELL'AFFIDARE SERVIZI DI ASSISTENZA AGRONOMICA E VETERINARIA AD AIA ANZICHÉ AD ISTITUTO ZOOTECNICO




On. Michele Cimino
PALERMO – "Appare strano che nonostante l’Istituto sperimentale zootecnico per la Sicilia possa svolgere le azioni di selezione ed assistenza tecnica agronomico -veterinaria, queste vengano delegate dall'assessore all'Agricoltura Antonello Cracolici ad altro soggetto.
On. Edy Tamajo
Sarebbe interessante conoscere i motivi che hanno portato ad affidare tali servizi ad AIA, l’Ente responsabile unico del fallimento dell’ARAS. A distanza di ben cinque mesi dall’incarico, l’AIA non ha ancora provveduto ad erogare i servizi alle aziende zootecniche siciliane, con notevoli danni economici a carico delle stesse, per la perdita di genealogie, dei dati produttivi e degli eventi riproduttivi dei soggetti allevati, che ne precludono l’iscrizione ai Libri Genealogici e quindi con l’impossibilità di accedere ai premi previsti dalla PAC dall’UE. È evidente che l'assessore Cracolici stia disattendendo l'applicazione di una vigente norma della Regione Siciliana ed andrebbe richiamato al rispetto della legalità". 
Lo affermano Edy Tamajo e Michele Cimino, deputati regionali di Sicilia Futura.

martedì 22 agosto 2017

SICILIA; REGIONALI: D'AGOSTINO (SICILIA FUTURA), MODELLO PALERMO PER ELEZIONI REGIONALI, BENE CANDIDATURA A PRESIDENTE DEL RETTORE FABRIZIO MICARI



PALERMO - "Il "modello Palermo" è la formula giusta, che si è già rivelata vincente. Non va perduta l'occasione di poter proporre una alleanza larga, da Orlando ad AP, con PD e Sicilia Futura, che risponde peraltro alle esigenze della maggioranza dell'elettorato siciliano preoccupato dall'avanzata di proposte politiche improntate al qualunquismo e al populismo. La scelta di candidare a Presidente della Regione il Rettore dell'Università di Palermo Fabrizio Micari risulta la migliore per segnare una netta ed indiscutibile discontinuità con l'esperienza amministrativa di Crocetta". Lo afferma Nicola D'Agostino, segretario regionale di Sicilia Futura e deputato all'Assemblea regionale siciliana

mercoledì 26 luglio 2017

PRONTI, PARTENZA, STOP!!!


La rinuncia dell'unica ditta partecipante per l'affidamento del servizio navetta per Alcamo Marina continua a dipingere una tela che sta venendo fuori a tinte fosche. 
Il criterio del risparmio applicato ai servizi essenziali come il servizio raccolta dei rifiuti o quello del servizio navetta per Alcamo Marina, fa precipitare la qualità della vita della nostra città ai livelli degli anni 80 quando Alcamo non aveva alcun pregio, ma era conosciuta come terra di mafia.
Le responsabilità che il M5S si sta assumendo sono enormi e ne renderanno conto ai cittadini che sono stati ingannati da questi falsi profeti rivelatesi invece untori.

lunedì 24 luglio 2017

SICILIA; POLITICA: D'AGOSTINO (SICILIA FUTURA), POSITIVO L'INCONTRO CON SEGRETARIO PD RACITI PER ELEZIONI REGIONALI, DISCONTINUITÀ PROGRAMMATICA CON ATTUALE GOVERNO E NUOVE PRIORITÀ



Palermo – "L'incontro di oggi con il segretario regionale del Pd Fausto Raciti è stato positivo. Viene riconosciuta la necessità di costruire una area politica omogenea e coerente che, sul modello Palermo, realizzi una alleanza larga, vincente e convincente. Per Sicilia Futura appare ineludibile il tema della discontinuità programmatica con l'attuale governo regionale, stabilendo le nuove priorità per la Sicilia. Certamente le questioni legate all'efficienza e alla meritocrazia nella burocrazia regionale, allo sblocco dei concorsi nella Sanità, alla soluzione dei disagi patiti dai disabili gravi, ma in maniera particolare si richiede una rivoluzione nella gestione dei fondi extra regionali da investire nelle imprese produttive con il sistema trasparente del credito di imposta. È necessario che la gestione del percorso sia affidato ad un nucleo operativo autorevole e ristretto, con regole chiare e condivise, che
individui i criteri per le candidature, con massima priorità per quella del futuro candidato alla Presidenza della Regione". Lo afferma Nicola D'Agostino, segretario regIonale di Sicilia Futura e
deputato dell'Assemblea regionale siciliana.

mercoledì 12 luglio 2017





Per gli appuntamenti su Telesud (canale 118), questa sera a ThePolitiCom, alle ore 21 in diretta e poi in replica alle 23, si parlerà di politica in vista delle prossime regionali; ospiti in studio il segretario provinciale del PD Marco Campagna, l'ex europarlamentare Eleonora Lo Curto, ed il segretario organizzativo regionale di Sicilia Futura Giacomo Scala.
Come sempre si potrà interagire da casa sull'apposita pagina Facebook per porre domande agli ospiti in studio.

martedì 11 luglio 2017

ALCAMO SICILIA FUTURA:DELIBERA CONTRIBUTO ACQUISTO LIBRI E TRASPORTO ALUNNI EXTRAURBANO VANNO REVOCATI - EVITARE ALTRE PENALIZZAZIONE AI CITTADINI


Sicilia Futura condivide la mozione del gruppo consiliare di ABC, e ribadisce con rinnovato stupore che ancora una volta (dopo il Piano Rifiuti) la Giunta, con l’adozione di due delibere in materia di contributo acquisto libri (del.152/2017) e di Trasporto Extraurbano gratuito degli alunni (del. 70/2017), ricorre a procedure che, a nostro avviso, esulano le specifiche competenze e tagliano fuori il Consiglio Comunale a cui compete per legge adottare atti di natura regolamentare, quali risultano essere di fatto le sopra citate deliberazioni, provocando notevole disappunto in città e nei cittadini che vedono così leso un diritto garantito costituzionalmente, per altro in un momento di grave difficoltà economica delle famiglie.
Riteniamo improprio l’adozione, del criterio legato alle fasce di reddito che danno diritto a tutto o in parte al contributo per acquisto libri, ma riteniamo piuttosto, necessario che venga svolto, preliminarmente, uno studio per conoscere:
L’impatto sul bilancio comunale della manovra (es: quanto costerebbe se fosse riconosciuto a tutti)
I risparmi conseguiti secondo la proposta della giunta nell'improprio caso di definizione di criteri in deroga a quanto previsto dalla legge (per tutti) in base alle diverse fasce di reddito o ISEE.
Lo studio preliminare tornerebbe strumento indispensabile per consentire le giuste valutazioni all’organo consiliare che potrebbe introdurre modifiche alla proposta dell’amministrazione comunale, sulla base di elementi concreti, ovvero potrebbe assumersi la responsabilità di non accoglierla, reperendo in bilancio le risorse necessarie a finanziare la spesa per tutti gli aventi diritto, indipendentemente dal livello di ISEE.
Gli stessi criteri di valutazione vanno applicati sulla delibera n. 70/2017 relativa al Trasporto extraurbano degli alunni.
Appare fin troppo evidente, che i criteri richiamati nelle due delibere in questione, oltre che non seguire l’iter di adozione previsto dalle legge, finiscono con ledere il diritto allo studio, sancito dalla Costituzione, e che pertanto si impone la doverosa ricerca di risorse e criteri da adottare che salvaguardino questo diritto, e che non inficino in nessuna maniera la regolare frequenza dei nostri studenti nelle scuole presso le quali risultano iscritti, e in termini di utilizzo degli strumenti didattici fondamentali quali sono i libri, e del trasporto extraurbano che va garantito a tutti.
Per questi motivi, pertanto chiedo:
Al Sig. Sindaco l’immediata revoca dei provvedimenti adottati, a nostro avviso illegittimi, per procedere al reperimento delle necessarie risorse e all’adozione degli atti necessari secondo quanto dettato dalla normativa vigente sopracitata.
Al Sig. Segretario Generale, ove le predette delibere non vengano revocate chiediamo di inviare gli atti al competente Assessorato alle Autonomie Locali - Servizio Ispettivo - per un'attività ispettiva in ordine alle predette delibere, a tutela del diritto allo studio nella città di Alcamo.
Alcamo lì 11/07/2017

La segreteria comunale 

domenica 9 luglio 2017

#ALCAMO - CRISI IDRICA - EX SINDACO GIACOMO SCALA NON CI STA. "ATTRIBUIRE SEMPRE LE COLPE DELLE PROPRIE INCAPACITÀ AL PASSATO,PER OGNI PROBLEMA CHE NON SI È IN GRADO DI RISOLVERE, È LA DIMOSTRAZIONE DI IMMATURITA POLITICA ED AMMINISTRATIVA.


E' necessario fare ordine e chiarire bene alcuni punti evitando di alimentare confusione.
Attribuire sempre le colpe delle proprie incapacità al passato, per ogni problema che non si è in grado di risolvere,  è una chiara dimostrazione di immaturità politica ed amministrativa. La responsabilità implica possedere quel coraggio che, evidentemente, non c'è, preferendo gettare discredito sui predecessori piuttosto che confrontarsi in maniera leale e seria  per la risoluzione del problema increscioso in cui hanno fatto precipitare la cittadina nell'ultimo anno; deresponsabilizzarsi è giochetto molto comodo, ma non restituisce  onore a chi seriamente dovrebbe, invece, occuparsi della cosa pubblica per cui HA LA RESPONSABILITA'. Il mandato, ricordo a tutti, è nelle loro mani e dovrebbero espletarlo poiche' hanno ricevuto i voti in ragione delle loro proposte e dei loro impegni.
Mi spiego meglio … ho sentito parlare  della mancanza della rete idrica ad Alcamo Marina ma questo concetto, credetemi, potrebbe essere un pugno di sabbia gettato negli occhi per far si che non si vedano le loro mancanze, un mezzuccio usato come DISTRAZIONE DI MASSA  per nascondere la loro inefficienza. Il punto è, badate bene, che manca l'acqua anche dove c'è la rete idrica! Questa è la verità! Mostrano di avere poche idee e anche confuse! Chi ha dichiarato nel 2016 che ad Alcamo non c'era crisi idrica? Nella storia complicata di Alcamo mai si era vista una crisi idrica come questa e sfido chiunque a dimostrare il contrario. Poi parleremo dell'acqua potabile ad uso umano, del bottino di Alcamo e delle sue vasche con l'acqua verde salmastra … e, se ci tenete, anche dei pozzi e delle ordinanze che ho fatto nel 2002! Vedremo dalle ordinanze cosa autorizzavano e cosa ordinavano  con la verità contenuta negli atti. Infine chiederemo conto sul bilancio e sulle previsioni di spesa. Poi diremo, visto che si getta discredito sul nostro operato, dei progetti che non trovano e di come gestivamo il sistema idrico facendo si che ad Alcamo l'acqua non mancava mai …  sono disposto a dimostrarvi la verità sui fatti e con i documenti relativi senza possibilità di confutazione perchè, signori miei, sulla carta si canta la musica e non con le chiacchiere!

Giacomo Scala

giovedì 6 luglio 2017

REGIONE; VISITA MATTARELLA: CIMINO (SICILIA FUTURA), PRESENZA CAPO DELLO STATO OGGI AD AGRIGENTO IMPORTANTE SEGNALE DI ATTENZIONE VERSO NOSTRO TERRITORIO A GRANDE VOCAZIONE TURISTICA


PALERMO – “Rivolgo un saluto reverenziale al Capo dello Stato che oggi si recherà ad Agrigento nella casa natale di Luigi Pirandello e nella Valle dei Templi. La presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è un segnale importante per il territorio di Agrigento e per celebrare il 150esimo anniversario della nascita del drammaturgo premio Nobel. Mi auguro che la visita del Presidente Mattarella possa essere utile anche per sottolineare le esigenze del territorio. In particolare auspico il rapido completamento del viadotto Morandi sulla Palermo-Agrigento, utile a collegare la più importante area archeologica e turistica della Regione con il resto dell'Isola". Lo afferma Michele Cimino, portavoce di Sicilia Futura e deputato all'Assemblea regionale siciliana.

SICILIA FUTURA, MODELLO PALERMO SI REPLICHI PER ELEZIONI REGIONALI, RENZI NOSTRO RIFERIMENTO


Nella giornata di ieri , presso la segreteria regionale di Sicilia Futura, si è riunito, al gran completo, il gruppo parlamentare all'Ars, l'Assessore Maurizio Croce, il Segretario Organizzativo Giacomo Scala alla presenza del Presidente On.le Totò Cardinale, per discutere ed analizzare i risultati elettorali delle recenti amministrative.
              
               Soddisfazione è stata espressa da tutti i presenti per i risultati elettorali conseguiti, che, da un lato premiano e  soddisfano per il lavoro svolto nel territorio i dirigenti e i parlamentari di Sicilia Futura,  e, nel contempo, tali risultati, stimolano il Movimento a proseguire sulla linea sin qui intrapresa che lo vede protagonista nell'area dei riformisti di centro sinistra con un rapporto sempre più sinergico e di riferimento a Matteo Renzi.
              
               E' stato valutato con grande attenzione il risultato di Palermo dal quale scaturisce che quando le forze del centro sinistra convergono su un unico progetto e quindi “Fanno Squadra”, hanno la capacità di essere attrattivi per pezzi importanti della società civile, che, insieme ad un leader riconosciuto che sa rassicurare la coalizione e in ragione di un programma capace di intercettare i bisogni dei cittadini e dell'opinione pubblica, riesce ad essere vincente.
              
               Sulla scorta di tale impegno e dei risultati conseguiti non si può che ribadire la linea sin qui seguita e compiere ogni sforzo affinché il “Modello Palermo”, la coalizione che intorno ad Orlando si è composta, possa essere replicata alla Regione, conferendo alla coalizione un quid in più. Il gruppo dirigente pertanto sta lavorando e per questo alle definizione delle liste di Sicilia Futura, che sappiano parlare alla gente dei loro problemi e sappiano chiedere un consenso ampio e non episodico.

               Sulla candidatura a Presidente della Regione si è aperti ad ogni soluzione, non si pongono veti e condizioni, se non quelli di un candidato dal profilo alto e rassicurante per i cittadini e per coloro che debbono dare il loro consenso oltre che per tutta la coalizione.

               Non si è interessati a candidati “Primi Attori” che rifiutano aprioristicamente l'interesse a  tenere unita la coalizione e di fare squadra, com e già successo nel recente passato.

               Si rifiuta dunque la logica dell'uomo solo al comando!

               Vogliamo, come Sicilia Futura, un Presidente primus inter pares che condivida lo sforzo con tutti per risolvere i problemi della Sicilia a partire da una sana gestione dei rifiuti, dell'acqua, delle infrastrutture e in generale dell'ammodernamento complessivo del “Sistema Sicilia” in uno sforzo autenticamente riformista.
              
               Sicilia Futura si attiverà con impegno e con il massimo dello sforzo possibile perché le condizioni vincenti che si sono create a Palermo possano essere replicate per le prossime elezioni regionali.

               Pertanto ci rammarichiamo per questo momento di assoluto stallo in cui ci troviamo dove non ci sono stati luoghi di discussione e facciamo appello alla responsabilità di tutte le forze sane riformiste e progressiste e soprattutto alla capacità di sintesi di Orlando, leader riconosciuto dall'elettorato siciliano a che assuma una iniziativa per trovare un luogo di discussione per una importante attività programmatica, per la scelta del candidato Presidente condiviso da tutti e per una squadra vincente.

               Sicilia Futura, si augura infine, che ci possa essere un ripensamento del Presidente Dott. Piero Grasso, candidatura forte, autorevole e rappresentativa; se questo non dovesse avvenire immaginiamo un candidato che abbia le caratteristiche del tempo che viviamo:
conoscenza dei problemi, capacità di risoluzione degli stessi ma sopratutto la giusta dose di umiltà per chiedere la collaborazione a tutti.

Palermo lì 06/07/2017
                                                                                                       Segreteria Regionale Sicilia Futura

REGIONE; IACP PALERMO: TAMAJO (SICILIA FUTURA), ASSICURARE STIPENDI A LAVORATORI DELL'ISTITUTO CASE POPOLARI DI PALERMO PUGNIRATO PER 15 MILIONI



Il deputato Tamajo, non siano i dipendenti a pagare le conseguenze della mala gestio dell'Iacp


PALERMO – “La vicenda dell'Istituto autonomo case popolari di Palermo con conti pignorati per 15 milioni di euro sta diventando insostenibile per i lavoratori che già a giugno non hanno ricevuto lo stipendio. Appare paradossale che per la mala gestio dell'Iacp nessuno paghi e che siano i soggetti deboli, cioè i dipendenti, a piangerne le conseguenze. Mi auguro che ci sia un intervento rapido dell'Assessorato regionale alle Infrastrutture affinché si mettano in sicurezza gli stipendi dei lavoratori. Credo che anche dai creditori pubblici ci debba essere una maggiore disponibilità ad evitare danni a madri e padri di famiglia che con la gestione pessima dell'Iacp non c'entrano nulla". Lo afferma Edy Tamajo, deputato regionale di Sicilia Futura.


giovedì 29 giugno 2017

SICILIA; POLITICA: CIMINO (SICILIA FUTURA), SU DIPENDENTI ASSOCIAZIONE ALLEVATORI CRACOLICI MOSTRA DISINTERESSE, ASSESSORE SI DIMETTA SE NON E’ IN GRADO DI DARE RISPOSTE CONCRETE SU FUTURO ARAS


PALERMO – “L’assessore all’Agricoltura Cracolici si dimetta se non è in grado di dare risposte concrete sul futuro dei dipendenti dell’Associazione allevatori (Aras). L’assenza di Cracolici oggi ai lavori della commissione Bilancio dell’Ars sul tema dell’Ars è un affronto all’organismo parlamentare. Da mesi l’assessore all’Agricoltura glissa sull’argomento e dimostra anche oggi disinteresse verso questa platea di lavoratori”. Lo afferma Michele Cimino, portavoce di Sicilia Futura e deputato all’Assemblea regionale siciliana.PALERMO – “L’assessore all’Agricoltura Cracolici si dimetta se non è in grado di dare risposte concrete sul futuro dei dipendenti dell’Associazione allevatori (Aras). L’assenza di Cracolici oggi ai lavori della commissione Bilancio dell’Ars sul tema dell’Ars è un affronto all’organismo parlamentare. Da mesi l’assessore all’Agricoltura glissa sull’argomento e dimostra anche oggi disinteresse verso questa platea di lavoratori”. Lo afferma Michele Cimino, portavoce di Sicilia Futura e deputato all’Assemblea regionale siciliana.

martedì 27 giugno 2017

SICILIA; SANITÀ: D'AGOSTINO (SICILIA FUTURA), IMBARAZZANTE CHE GOVERNO CROCETTA RUOTI TRE MANAGER DELLA SANITÀ, QUALI INTERESSI HANNO SUGGERITO QUESTA INCOMPRENSIBILE SCELTA



PALERMO – “Dal governo regionale ancora provvedimenti senza senso nella Sanità pubblica. Per di più appare anche imbarazzante la decisione della giunta Crocetta di ruotare tre manager. Chissà quali interessi hanno suggerito questa incomprensibile scelta, quando invece il buon senso imponeva di non creare situazioni di discontinuità a pochi mesi dalle elezioni che danneggiano le stesse aziende sanitarie coinvolte nella rotazione. Il Titanic è affondato, ma Crocetta & C. fanno finta di nulla. Non vediamo l'ora di votare e metterci alle spalle questa incredibile stagione politica". Lo afferma Nicola D'Agostino, segretario regionale di Sicilia Futura e deputato all'Assemblea regionale siciliana.

lunedì 26 giugno 2017

SICILIA; POLITICA: CIMINO (SF), SICILIA FUTURA RAGGIUNGE L'8% NELL'ISOLA, DOPO AMMINISTRATIVE SIAMO PRONTI A SFIDA DELLE REGIONALI


PALERMO – "I dati delle Amministrative in Sicilia, dopo la conclusione del turno di ballottaggio, consegnano al nostro movimento politico un dato elettorale molto importante. Sicilia Futura raggiunge nell'Isola la soglia dell' 8% dei voti. Siamo ormai una forza radicata nel terrotorio che si prepara alle elezioni regionali con la consapevolezza che la nostra comunità politica sarà in grado di affrontare la sfida in tutte le province contribuendo alla costruzione di un porogramma di governo per il futuro della Sicilia". Lo afferma Michele Cimino, portavoce di Sicilia Futura e deputato all'Assemblea regionale siciliana.

lunedì 19 giugno 2017

domenica 18 giugno 2017

Sicilia Futura, parte da Alcamo la campagna elettorale per le Regionali 2017



Appena chiuso il capitolo delle Amministrative, Sicilia Futura ha scelto Alcamo per lanciare la campagna elettorale per le Regionali del prossimo novembre. Gli stati maggiori del partito, dal Presidente Regionale Totò Cardinale al Deputato Ars Totò Cascio, hanno preso parte ad una partecipata assemblea. L’occasione è servita per lanciare una idea di governo ed alleanza a livello regionale che possa rispecchiare quello che ha consentito la rielezione di Leoluca Orlando a Sindaco di Palermo. Tra i partecipanti all’assise il Segretario Provinciale Giovanni Cuttone. Padrone di casa l’ex Sindaco di Alcamo Giacomo Scala, che ha annunciato la sua corsa per un seggio a Palazzo dei Normanni.


INTERVISTA A GIACOMO SCALA

INTERVISTA ONOREVOLE CARDINALE

INTERVISTA ONOREVOLE CASCIO

INTERVISTA CUTTONE

TRATTO DA 
https://lasikelia.com/

giovedì 15 giugno 2017

L'ONOREVOLE ODDO SOSTENGA SAVONA



Le ragioni che hanno condotto il PSI a schierarsi nel progetto grande città sono evidentemente venute meno perché i cittadini di Trapani ed Erice hanno ritenuto di fare altre scelte.
Trattandosi di scelte programmatiche e probabilmente in qualche caso attinenti i protagonismi della politica, credo sia il momento di ritornare nell' alveo naturale in cui ognuno colloca la propria forza politica.
Faccio appello al PSI di Trapani e per essi all’ on Nino Oddo perché valuti con intelligenza e sagacia l’attuale prospettiva
e decida di ricollocarsi nel centrosinistra e perciò di sostenere il candidato sindaco Piero Savona.

Palermo, 15 giugno 2017

Giacomo Scala
Segreteria Regionale di Sicilia Futura

martedì 13 giugno 2017

SICILIA; AMMINISTRATIVE: CIMINO (SICILIA FUTURA), ELETTORI HANNO PREMIATO COMPETENZA E CAPACITA' AMMINISTRATIVA BOCCIANDO IMPROVVISAZIONE E DEMAGOGIA, SI TORNI A PARLARE CON I CITTADINI IN MANIERA DIRETTA E NON SOLO TRAMITE IL WEB


PALERMO – “Il voto per i Comuni e l'esito elettorale mi portano ad una considerazione: è del tutto evidente che gli elettori siciliani e del Paese, tra proposte politiche caratterizzate per l'improvvisazione e la demagogia hanno invece premiato la competenza e la capacita' di amministrare. Adesso l'imperativo per la classe politica deve essere quello di tornare a parlare con i cittadini in maniera diretta e viso a viso anziché solo tramite il web". Lo afferma Michele Cimino, portavoce e deputato di Sicilia Futura.

lunedì 12 giugno 2017

SICILIA; AMMINISTRATIVE: D'AGOSTINO (SICILIA FUTURA), NOSTRO PARTITO CONSEGUE GRANDE RISULTATO IN AMMINISTRATIVE



CATANIA – "Nelle elezioni di ieri Sicilia Futura ha conseguito un
risultato di grande solidità e prospettiva in provincia di Catania.
Nei cinque comuni dove si è votato con il sistema proporzionale le
liste di Sicilia Futura e le civiche collegate si sono attestate con
dati medi superiori al 10%. Un risultato complessivo eccellente. A
Palagonia il candidato sindaco Astuti va al ballottaggio con Sicilia
Futura seconda lista della coalizione al 9%. A Scordia le due liste di
SF e Noi Cittadini superano il 12%, sebbene non si vada al
ballottaggio per la sindacatura.  Ad Acicatena la lista SF è al 10%,
la seconda lista civica al 7,5%, purtroppo non ce la fa il candidato
sindaco. A Paternò la lista Paternó On Futura supera il 12%, la
seconda lista Uniti per Paternò va al 4%, vincendo al primo turno con
il candidato sindaco Nino Naso. A Misterbianco la lista SF va al 8%
vincendo al primo turno con il candidato sindaco Di Guardo. Nei comuni
con il sistema maggioritario SF era al fianco di Pulvirenti (neo
sindaco di Nicolosi), Intelisano (confermato sindaco a Calatabiano),
Nucifora (nuovamente sindaco a Fiumefreddo), Puglisi (neo sindaco di
Linguaglossa), Camarda (nei sindaco di Castiglione), Di Mauro
(nuovamente sindaco ad Aci Bonaccorsi), Spata (neo sindaco a
Mazzarrone). Sfiorata la riconferma di Sinatra a Vizzini per una
manciata di voti". Lo afferma Nicola D'Agostino, segretario regionale
di Sicilia Futura.

giovedì 18 maggio 2017

SICILIA; POLITICA: CIMINO (SICILIA FUTURA), SUBITO TAVOLO NAZIONALE PER AFFRONTARE NODI SU FUSIONE CAS-ANAS, RISCOSSIONE SICILIA E DIPENDENTI ASSOCIAZIONE ALLEVATORI


PALERMO – "Sulla fusione tra Cas ed Anas il governo regionale chieda un confronto con il governo Gentiloni che non si limiti solo a tale progetto ma affronti anche il tema del passaggio della riscossione delle tasse dalla Sicilia allo Stato. Il governo non può con un mano togliere le risorse che il Cas incassa sui pedaggi nelle autostrade siciliane, e con l'altra non riconoscere le prerogative dei dipendenti di Riscossione Sicilia Spa nell'eventuale passaggio di funzioni ad Equitalia e all'Agenzia delle Entrate. Il presidente della regione Crocetta chieda un tavolo tecnico sui due temi e faccia in modo che anche la vertenza dei dipendenti licenziati dell'Associazione allevatori (Aras) venga affrontata dal governo nazionale e dal ministro dell'Agricoltura per garantire la rioccupazione dei 120 lavoratori". Lo afferma Michele Cimino, portavoce di Sicilia Futura e deputato all'Assemblea regionale siciliana.

SICILIA; ECONOMIA: CIMINO (SICILIA FUTURA), IN SICILIA PIL PUO’ CRESCERE SOLO CON RIAVVIO LAVORI PUBBLICI E BUONA LEGGE SUGLI APPALTI CHE RENDA PIU’ RAPIDE LE AGGIUDICAZIONI E MENO COSTOSE LE OPERE


PALERMO – “La ripresa del Pil in Sicilia passa dal riavvio dei lavori pubblici. Occorre un Piano Marshall per avviare cantieri anche con una legge sugli appalti che renda più semplici le aggiudicazioni e meno costose le opere pubbliche. Solo così la Sicilia riparte, l’economia cresce ed aumenta l’occupazione. I dati Eurispes sulla Sicilia potrebbero essere invertiti solo con la ricetta dello start ai lavori pubblici”. Lo afferma Michele Cimino, portavoce e deputato regionale di Sicilia Futura.

martedì 9 maggio 2017

AMMINISTRATIVE PETROSINO: SICILIA FUTURA SOSTIENE IL CANDIDATO A SINDACO VINCENZO D’ALBERTI


Palermo 9 maggio 2017: Innovazione, cambiamento, entusiasmo, amore per il territorio e attenzione per i giovani sono alcune delle caratteristiche del progetto politico di Vincenzo D’Alberti candidato sindaco alle prossime amministrative che si svolgeranno a Petrosino. Un giovane che ha già un'importante esperienza nella pubblica amministrazione, che mette a disposizione di Petrosino per ridare speranza e futuro ad una importante porzione di territorio della nostra Sicilia.
La capacità e l’entusiasmo di Vincenzo D’Alberti, siamo certi, saprà coinvolgere i cittadini per scommettere, insieme a lui, sul suo progetto di futuro per Petrosino.
Le donne e gli uomini di Sicilia Futura convintamente sostengono D'Alberti anche attraverso la candidatura di Franco Li Vigni al consiglio comunale.
Giacomo Scala
Segreteria Regionale

lunedì 8 maggio 2017

SICILIA FUTURA CON MATTEO RENZI ALLE PRIMARIE DEL PD



"AD ALCAMO UNO DEI PIÙ' GROSSI DEL TRAPANESE, IL 64%  E' FIGLIO SOPRATTUTTO DELL'AZIONE DI UNO CHE NON FA PARTE DEL PD, CIOÈ DELL'EX SINDACO GIACOMO SCALA (SICILIA FUTURA)"


venerdì 5 maggio 2017

SICILIA; POLITICA: CIMINO (SICILIA FUTURA), PARLAMENTO REGIONALE ASCOLTI CRITICHE DI CONFINDUSTRIA E ARTIGIANI PER CORREZIONI A FINANZIARIA, VANNO RECEPITE LE LORO PROPOSTE PER SOSTENERE L'ECONOMIA SICILIANA


PALERMO – "Il parlamento regionale ascolti le critiche alla finanziaria arrivate da Confindustria e dalle associazioni degli artigiani. Credo che la Commissione bilancio possa lavorare ad un recepimento delle proposte di queste organizzazioni per elaborare un disegno di legge da inserire nel collegato con misure a sostegno delle imprese e degli artigiani. Lo sviluppo e la crescita economica rimangono i principali obiettivi di chi governa, pertanto ogni suggerimento per sbloccare l'economia sicilia va accolto positivamente". Lo afferma Michele Cimino, portavoce e deputato regionale di Sicilia Futura.

SICILIA; ELEZIONI: D'AGOSTINO (SICILIA FUTURA), SI RINUNCI AD INVESTITURE DALL'ALTO PER CANDIDATO PRESIDENTE, SICILIA FUTURA CONDIVIDE IDEA PRIMARIE



PALERMO – "Le recenti primarie del Pd hanno registrato nella nostra Regione strane anomalie: noi di Sicilia Futura siamo stati ben lieti di dare un contributo, pur non avendo candidati e non essendo iscritti. Tuttavia ci sentiamo renziani doc, anzi meglio di tanti che tali si definiscono dentro il partito, salvo poi ordire spiacevoli tradimenti registrati dove magari si pensava di creare imbarazzo. Ed è il caso di Caltanissetta dove è evidente che alcuni renziani ufficiali del Pd siano in enorme difficoltà se hanno preferito votare per altre mozioni. Peraltro il nostro contributo è stato visibile e riconosciuto e, al netto del fastidio da qualcuno patito, con generosità messo al servizio di un obiettivo importante: la governabilità del Paese. Il confronto politico dentro il centro sinistra ora più che mai non può essere rinviato. Certamente non attiene alle questioni di questo governo regionale, essendo irrilevanti le sue attuali dinamiche. Ci interessa invece la prospettiva. E ci interessa di più la verifica elettorale vera, quella che realmente conta e che chiarirà le posizioni sul campo. Sicilia Futura ha già espresso la sua posizione: le primarie di coalizione, rilanciate da Davide Faraone, per scegliere il candidato presidente sono imprescindibili. Si rinunci alla tentazione di investiture dall'alto (che i cittadini punirebbero), si definiscano subito il perimetro della coalizione e regole trasparenti. 
Ci vorrà il massimo sforzo e la più grande umiltà per convincere gli elettori ad avere ancora fiducia per il dopo Crocetta". Lo afferma Nicola D'Agostino, segretario regionale di Sicilia Futura e deputato all'Assemblea regionale siciliana.

giovedì 4 maggio 2017

CARDINALE: IL LEADER DI #SICILIAFUTURA: "CERTI ATTEGGIAMENTI SUSCITANO SOLO AMAREZZA

IL PD DA SCOPPIARE LA "CARDINALEIDE".

IL LEADER DI SICILIA FUTURA: "CERTI ATTEGGIAMENTI SUSCITANO SOLO AMAREZZA

CI SONO RANCORI E PAURE PER LE REGIONALI
"NOI RENZIANI ABBIAMO LOTTATO ALLE PRIMARIE SOLI CONTRO TUTTI. HO FORTI DUBBI SUL VOTO A NISCEMI.


#SICILIAFUTURA - CARDINALE: "DI NUOVO AI GAZEBO? CON I CASCHI BLU"

L'INTERIVISTA/ L'EX MINISTRO SEGNALA IRREGOLARITÀ' NEL VOTO,
ATTACCA RACITI E CRACOLICI.
E A CROCETTA DICE" NON TEMA IL CONFRONTO"

CARDINALE: "DI NUOVO AI GAZEBO? CON I CASCHI BLU"

da Repubblica del 04 maggio 2017